ITINERARI
Oasi WWF
prenota visita guidatavisualizza sulla mappadownload tracciato .kmz
PartenzaSP 100, ex SS 625 località Molino Zeoli
ArrivoLocalità Spinazzi, Campolattaro
Durata8 ore
Lunghezza19 km
Difficoltàmedia
AttrezzaturaScarpe e bastone da trekking
PercorribileA piedi
Quota Inizio400 m
Quota Fine420 m
Dislivello20 m
FloraGinestre, piccoli arbusti acquatici, prati, querce, pioppi, viti, ulivi
FaunaFaina, topo selvatico, volpe, ramarro, riccio, tasso, merlo e altri uccelli
Comuni InteressatiCampolattaro - Morcone
Mesi Consigliati
GFMAMGLASOND
Descrizione

Il sentiero Oasi WWF inizia presso il centro visite del WWF. Compie un lungo giro intorno al perimetro del lago artificiale formato dallo sbarramento del fiume Tammaro. Tutto il percorso si trova ad una quota media di 400 m e si estende per 19 km fino alla Piana di Morcone, per tornare sulla sponda opposta del lago. Lungo il sentiero, grazie alla quota non troppo elevata, si incontrano campi coltivati a viti e ulivi alternati da campi di foraggio e cereali. Non mancano le zone boschive con caratteristiche tipicamente igrofile vista l’abbondante presenza di acqua. Esso è costituito prevalentemente da salici, pioppi e ontani. Le aree palustri sono colonizzate dalla cannuccia di palude e dalla tifa. Nei prati, tra distese di ginestre, spiccano le fioriture di narcisi, viole, pratoline e diverse specie di orchidee. Seguendo la strada in direzione nord, verso la Piana di Morcone, dove il fiume si immette nel lago, la vegetazione è ricca di giunchi che in passato venivano lavorati e intrecciati per realizzare le forme utilizzate per la lavorazione del formaggio. A seconda delle stagioni, alcuni tratti del sentiero potrebbero essere sommersi dall’acqua. L’avifauna è ricchissima: nidificano ad esempio svasso maggiore, nitticora, garzetta, tuffetto, gruccione, averla cenerina; aironi cenerini sono presenti tutto l’anno, svernano airone bianco maggiore e centinaia di cormorani e colombacci. Durante il periodo migratorio è possibile osservare: falco di palude, falco cuculo, albanella minore, mignattaio, cicogna, cicogna nera, gru, cavaliere d’Italia; non mancano le anatre: alzavole, germani, moriglioni, fischioni; e le specie tipiche delle campagne come gheppio, poiana, upupa, rigogolo, rondine, fringuello, silvidi e picchi. Tra i mammiferi troviamo: volpe, tasso, puzzola, faina, donnola, lepre, ghiro, moscardino, riccio, talpa e alcune specie di pipistrelli.

Prenota visita guidata per l'itinerario Oasi WWF
Il tuo nome:
la tua email:
messaggio: